Crea sito

Body shaming: “siamo tutte Armine”

Body shaming: “siamo tutte Armine”, per tutte le volte che ci hanno portato ad odiare una parte del nostro corpo solo perché non rispettava lo stereotipo imposto dalla società.

Alessandro Michele, ancora una volta, ha voluto sottolineare i valori del marchio Gucci scegliendo la modella Armine Harutyunyan.

Chi è Armine?

Armine è una modella di 23 anni, di origine armena, scelta da Gucci per le sue sfilate alla Milano Fashion Week dello scorso settembre.

Non è una scelta di marketing, sono i valori che rendono Gucci un marchio unico

Estetiche anticonvenzionali, diversità e modelli alternativi questi sono tre valori fondamentali che hanno sin dal principio reso unico il noto marchio.

Tutti contro Armine: perché ?

Di recente, pare che sia stata inserita nell’elenco delle 100 donne più belle del mondo e allora, molti di voi, si sono sentiti quasi in dovere di fare Body shaming.

Personalmente, trovo veramente vergognoso che nel 2020, una donna possa essere, ancora, derisa e presa di mira perché non rispetta i canoni estetici di una società palesemente retrograda.

Non siamo prodotti del supermercato, non dobbiamo essere tutti uguali, etichettati, omologati o rifatti.

In questi ultimi giorni, ho avuto modo di leggere molteplici pareri offensivi e addirittura denigranti e, la domanda che mi pongo è la medesima: “vi ascoltate mai quando parlate?”

Probabilmente no! Altrimenti, vi vergognereste di pensare come la pensava un noto personaggio storico che ha portato alla persecuzione e distruzione di un popolo sulla base di uno stereotipo malato.

Non siete migliori e no, non è un paragone esagerato, quando ancora una volta nel 2020, si ricorre allo stesso comune denominatore, “l’odio“, per perseguire e fare prevalere, uno stereotipo di bellezza che, la società ha imposto.

Occorre fare una forte alfabetizzazione emotiva se vogliamo combattere l’alto tasso di mortalità che causano, ancora oggi, il body shaming, il bullismo e cyberbullismo.

La bellezza è puramente soggettiva, basti pensare che, quello che piace a me, può non piacere ad un altro e, viceversa.

Concludo, citando questa frase di Confucio:

“Ogni cosa ha la bellezza, ma non tutti la vedono.”

Confucio


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: