Crea sito

Emdimaria: passioni e ambizioni in comune.

Emdimaria, è una ragazza che ho avuto modo di conoscere attraverso il mio social preferito: Instagram; Io e emdimaria, “Emmanuela di Maria”, abbiamo un sogno, una passione e ambizione in comune, la moda.

Ho conosciuto Emmanuela, attraverso la community di Instagram.

Ho notato subito che, avevamo un filo invisibile che legava i nostri interessi e le nostre passioni. Ci siamo conosciute e supportate, attraverso questa, “enorme community” ma, sapevamo veramente poco, le une delle altre.

Così, decisi di contattarla, per proporle la creazione del mio logo e futuro marchio, nella sua pagina secondaria: emdimaria_illustration.

logo di emdimaria_illustration.
logo Emmanuela Di Maria emdimaria_illustration

E’ qui che, ho conosciuto la vera Emmanuela, per la prima volta.

Instagram intesa come community

E’ strano di come, questa enorme community, ci metta le persone di fronte vis a vis, e noi per anni continuiamo a supportarle ma, senza soffermarci mai, a conoscerle, davvero.

Con Emmanuela è successo esattamente questo.

Spesso per fretta, non abbiamo il tempo per soffermarci realmente a conoscere fino in fondo le persone che, seguiamo, eppure, continuiamo a seguirle, supportarle incondizionatamente.

Ricordo ancora, la prima volta che, Emmanuela, mi propose di seguire la sua “neonata” pagina di illustrazioni, non ci pensai due volte, iniziai a seguirla.

Il bello di questo Social è proprio questo, tu un giorno conosci una persona, inizi a supportarla, incondizionatamente, per la vetrina che lei decide di proporre al mondo esterno, ma, non sai praticamente niente di quella stessa persona, fino a quando, arriva il giorno in cui, decidi di conoscerla veramente: chi è, cosa fa, cosa le piace, quali sono i suoi sogni, i sui progetti futuri.

Emdimaria, è la ragazza che ha dato un nuovo volto al mio blog, colei che mi ha dato la base per costruire il mio logo personale esattamente come lo volevo, una mini me che, rendesse il mio sito unico e riconoscibile.

Emdimaria: Chi è?

Emmanuela Di Maria emdimaria
Emmanuela Di Maria – emdimaria

Ho avuto il piacere di fare questa breve intervista a Emmanuela, dove ho potuto porle alcune domande, per conoscerla da più vicino.

emdimaria: “ciao, ripetimi il tuo nome e la tua età”, <<tra donne è concesso, chiederci l’età>>

“Mi chiamo Emmanuela e ho 31 anni”.

“emdimaria è l’acronimo di?”

“emdimaria è l’acronimo del mio nome: Emmanuela Di Maria”.

“Che scuola hai frequentato?”

“Ho frequentato il liceo scientifico nella mia città e poi, mi sono laureata in economia aziendale, all’università di Napoli (Federico II)”.

“Cosa fai nella vita?”

“Nella vita sono un commercialista e mi occupo di fiscalità internazionale per le persone che, lavorando in diverse parti del mondo hanno bisogno di coordinare tra di loro legislazioni diverse e pagare le tasse in più Paesi”.

“Come nasce la tua passione per i Social?”

“Con riferimento ai Social, intesi come community, ho scoperto Youtube e la beauty community all’università ed ho aperto un mio canale per parlare delle mie passioni.

Successivamente ho sentito che Instagram e WordPress potevano essere più adatti alle mie esigenze perché ho sempre amato, scrivere e fotografare, come mezzi, per raccontare ciò che mi circondava.

Ho trovato un ambiente stimolante, ed ho conosciuto persone con cui condividere passioni, idee e consigli”.

“Come nasce la tua passione per la grafica?”

“Il mio primo ricordo legato al disegno risale all’infanzia.

Mia nonna non mi leggeva le fiabe, se le inventava e mi disegnava le scenette.

Poi, quando sono diventata abbastanza grande da tenere la matita, mi ha insegnato a disegnare i personaggi delle sue storie.

Anche mia madre è una creativa e mio padre invece faceva il marmista e realizzava rosoni in marmo di una bellezza unica!

Sono cresciuta in una famiglia molto creativa, credo fosse inevitabile che mi appassionassi al disegno.

Erano tuttavia disegni molto rudimentali e un giorno mia cugina più grande, mi ha insegnato a disegnare Sailor Moon.

Da lì mi sono appassionata al disegno manga ed ho continuato a sperimentare, ma alla fine, tornavo sempre a disegnare vestiti”.

“Come nasce emdimaria illustration?”

“Quando andavo all’asilo, mia madre lavorava in una sartoria tutto il giorno, quindi lo scuolabus, invece che lasciarmi a casa, mi lasciava in fabbrica da mamma.

Per nascondermi dai figli della proprietaria che mi facevano i dispetti, mi rifugiavo tra le macchine da cucire e rubavo i pezzi di tessuto avanzati per assembrare con gli spilli dei vestiti super eleganti (nella mia testa ) per le mie barbie.

Ad un certo punto ho unito le mie due passioni, il disegno e i vestiti. L’impossibilità di frequentare scuole altamente specializzate nel campo della moda (perchè troppo costose) non mi hanno consentito di studiare in questo campo e così ho fatto tutt’altro nella vita.

Ma il mio sogno era sempre lì e quindi, spinta anche dalla mia migliore amica e dai miei familiari ho deciso di dare una forma a quel sogno che è sempre rimasto nella mia testa e nel mio cuore.

Così nasce emdimaria_illustration, come una vetrina per condividere ciò che amo con il mondo”.

“Quali sono i tuoi progetti futuri?”

“Tutto ciò che so l’ho imparato da sola, ma adesso che ho deciso di darmi davvero una possibilità in questo campo, i miei progetti a breve termine prevedono sicuramente di studiare; Infatti, al momento sto seguendo un corso di acquerello, una tecnica che amo moltissimo che che vorrei padroneggiare.

E’ in cantiere il mio shop etsy dove vendo le mie illustrazioni e ho tante idee per gadgets e accessori.

Mi piacerebbe riprendere il progetto che avevo all’università, quando progettavo e realizzavo accessori per capelli, ma è un’idea remota ed ancora lontana dal realizzarsi”.

“Come ti vedi tra 5 anni?”

“Tra 5 anni vorrei avere la consapevolezza di avercela messa tutta per realizzare i progetti che ho oggi.

Vorrei che le mie illustrazioni fossero il mio lavoro a tempo pieno.

Mi vedo ancora sognante, in giro per le città del mondo a cercare ispirazione per i miei lavori, con gli occhi pieni di luce e le mani sporche di colori”.

“Il tuo sogno nel cassetto?”

“Penso che i sogni nel cassetto siano per i grandi, per quelli che ormai non ci credono più.

Io ho tanti progetti e tante idee nella testa, sono una sognatrice e se c’è stato un tempo in cui ho creduto che non avrei mai più potuto realizzare i miei sogni e in cui ho lasciato che altri spegnessero la mia energia, oggi so che devo solo volerlo abbastanza e i sogni possono realizzarsi.

Parlando delle mie illustrazioni, uno dei miei desideri più grandi è illustrare un libro di moda, nello stile “How to be a Parisian“, mi piacerebbe moltissimo!”.

“Come stai affrontando questo periodo?”

“Questo periodo è molto particolare.

Sono tra le persone che hanno ancora la fortuna di poter lavorare a tempo pieno da casa, quindi non ho subito perdite di tipo economico.

In più sono una a cui piace molto godersi la casa quando fuori fa freddo, quindi fin’ora io sono stata molto bene, anche perché le mie passioni per la maggior parte richiedono di stare in casa.

Sicuramente, mancano gli stimoli esterni, mi mancano le passeggiate in centro a Bologna il sabato mattina e i viaggi.

L’unica mancanza che, non riesco a sopportare e quella della mia famiglia e del mio nipotino che sono giù a Napoli.

Vivo questo periodo con la consapevolezza che è nostro dovere tutelare la salute di tutti, oltre che la nostra, e la speranza di riabbracciare tutti quando sarà finito”.

Potete trovare Emmanuela su:

Instagram

Blog

Cliccando qui trovate la mia intervista precedente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: