Giugno: Hello June!

Diario di vita: Bonorva, 1 giugno 2019.

Giugno: Collage con scritta "Hello June".

Apro Instagram e carico le quattro foto della scorsa estate che più rappresentano la mia felicità in un unico collage per dare il benvenuto a questo mese di Giugno appena iniziato.

Quali avventure avrà in serbo per me questo mese di Giugno?

Per il momento, mi viene in mente un’unica parola: mare chissà perché.

1 Giugno ragazza sulla spiaggia di Platamona.
Platamona

Una cosa e certa, non potevo aprirlo in un modo migliore.

Abito in Sardegna, è già la dice lunga.

Finalmente, il sole è tornato a splendere e, quest’anno rispetto allo scorso anno, si è fatto attendere un po’ di più.

Fuori c’è caldo, non troppo, è ventilato, non ancora affoso, proprio come piace a me; É la giornata perfetta per muoversi.

Per chi, come me, sta lontana dalla città e, dal mare e, ha vissuto sempre in città: dove basta un tram e c’è subito vita o c’è subito pace, a seconda della meta, ritornare un pomeriggio in città, significa: voler fare più cose possibili nel minor tempo possibile.

Circa 60 minuti di macchina, per arrivare in città, altri 15-20 minuti per raggiungere la meta desiderata e finalmente eccomi arrivata: destinazione Platamona, raggiunta con successo.

Per me il mare é da sempre fonte di pace e serenità.

Chiudi gli occhi, inspiri ed espiri il profumo del mare, fai una passeggiata, il tempo di fare qualche scatto veloce e già devi andare via.

1 Giugno ragazza sulla riva della spiaggia a Platamona.
Spiaggia di Platamona

Peccato che, Platamona, non sia valorizzata come meriti, avrei voluto, infatti, farvi vedere una parte che ricorda vagamente Santorini per la predisposizione di alcune case e stabilimenti balneari, ma ahimè, era tutta recintata per dei lavori e, di instagrammabile ci sarebbe uscito ben poco, ma, sono sicura, che mi rifarò la prossima volta.

D’altronde l’estate deve ancora iniziare.

Where is the next?

Agglomerato grandi magazzini. Come il Globo.

Gente che va, gente che viene: chi cerca un paio di scarpe, chi una borsa, chi degli abiti.

E poi ci sono io, con un unico obbiettivo: cercare di fare qualche scatto instagrammabile nel minor tempo possibile.

Nel mentre ho anche guardato qualcosina ma non c’era niente che mi abbia fatto palpitare il cuore al punto da dire: “lo compro“!

“Strano, ma vero”, direbbe qualcuno.

Ma forse, il bello di me è anche questo, so sempre stupire.

È quasi ora di chiusura, e manca ancora una destinazione: centro commerciale: Auchan, non ho fatto in tempo a fare delle foto ma vi posso raccontare di due bellissimi unicorni giganti che per l’appunto ho solo potuto vedere da lontano??.

E niente, non ho potuto concludere la giornata con quello che sarebbe stato il mio scatto migliore, ma d’altronde le giornate, le progetti in un modo e le vivi in un’altro.

Ho comunque concluso, questa giornata movimentata ma, allo stesso tempo rigenerante, con il mio piatto preferito: la pizza.

Non potevo iniziare il mese di Giugno in maniera migliore.

Se volete leggere un altro articolo del mio “diario di vita”, cliccate qui.

Classe 1990 Fashion Blogger and Image Consultant
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: